Gambe toniche e slanciate

donatiGaleno (II secolo d.C.) afferma che la Bellezza non risiede nei singoli elementi, bensì nell’armoniosa proporzione delle parti. In particolare le gambe, per essere veramente belle, devono essere armoniose nei loro vari componenti, la caviglia deve essere in proporzione con il polpaccio, il polpaccio con il ginocchio e così via.

Ciò è ottenibile con la liposcultura tridimensionale.

Fondamentale è la fase del disegno pre-operatorio, che permette di progettare la silhouette voluta, programmando in che misura aspirare il grasso in ciascun punto, in modo da ottenere un’alternanza armoniosa di concavi e convessi e di morbide sinuosità. Le caviglie devono essere sottili in modo da dare risalto alla rotondità dei polpacci, così come le ginocchia e la porzione centrale tra le due cosce devono essere leggermente scavate. Lateralmente la riduzione delle “culottes de cheval” determina uno slanciamento dell’arto; inoltre lipoaspirando a 360°  tutta la superficie, si snellisce l’intera gamba. Infine il sedere da quadrato diventa tondo, con rotazione verso l’alto del solco gluteo. Il risultato finale è un armonioso rimodellamento del profilo delle gambe.

Riassumendo:

Caviglie: possono essere grosse per ritenzione idrica (problemi vascolari, linfatici, ecc.) o per accumulo di adipe (costituzionale). Nel primo caso è richiesto un approccio terapeutico di tipo vascolare; nel secondo caso una liposcultura con cannule sottilissime risolve brillantemente il problema.

Ginocchia: possono essere grosse costituzionalmente anche in persone magre e, comunque, dopo i 40 anni si ha un accumulo adiposo sulle ginocchia per fattori ormonali. Anche qui la liposcultura snellisce la parte, disegnando una concavità che segue la rotondità dei polpacci.

Interno coscia: la liposcultura ha un doppio effetto: riduce il volume e aumenta la tonicità dei tessuti.

Cuscinetti trocanterici: l’aspirazione del grasso interessa non solo le culottes, ma tutta la radice della coscia, mantenendo così quella sinuosità propria del corpo femminile.

Glutei: rimpicciolendo il sedere ed eliminando l’antiestetico cuscinetto adiposo che è sotto i glutei, si ha un sedere più tondo e proiettato.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *