La bellezza è un progetto di vita

donati
Ci sono tanti modi per diventare più belli e invecchiare lentamente. E non sempre è necessario ricorrere all’intervento chirurgico.
Bisogna seguire quello che la dottoressa Donati chiama “Il progetto Vita” che sottintende un desiderio, una voglia di vivere che porta all’armonia.
Una cosa è certa: in modo trasversale tutti siamo belli. Dobbiamo imparare ad esaltare le nostre caratteristiche migliori. Caratteristiche che ci contraddistinguono e che fanno di ognuno di noi un essere unico e in qualche modo speciale. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Devi sempre trovare una ragione per piacerti

donati_“Il viso è la nostra identità somatica e storica. Ancor prima che per gli altri, è per noi stessi il codice personale di riconoscimento. E’ la parte del nostro corpo che parla di noi, che tutti vedono e che noi stessi guardiamo e interroghiamo in ogni momento della giornata. Tradisce la nostra tristezza come riflette la nostra gioia. Fattori genetici, vicende personali, salute, lavoro possono accelerare il processo di invecchiamento del viso. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Da oggi è in libreria il libro di Fiorella Donati: Beauty Coach

donati_

Le donne sono come le peonie.
“La peonia è un fiore bellissimo. Secondo miti e leggende, è l’unico fiore a essere coltivato nell’Olimpo. La giovane peonia Coral si presenta rotonda, con una corolla formata da petali forti e tonici, di colore rosso intenso, chiusi l’uno sull’altro. Dopo poco tempo i petali si aprono e il fiore assume una forma più morbida e il colore corallo si illumina di sfumature pastello. Uno splendore. Poi i petali diventano sinuosi, morbidi, languidi, il colore è un rosa albicocca vivo. E’ la peonia come la conosciamo, nella sua piena bellezza. Infine, i petali si schiudono, la corolla, aprendosi, scopre gli stami e i pistilli, il colore è un caldo bianco avorio. E’ diventato un fiore sensuale e morbido. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Cellulite: inestetismo o malattia?

cellulite_500La cellulite, o panniculopatia edemato-fibro-sclerotica, grande nemica di tutte le donne, è una degenerazione del pannicolo adiposo sottocutaneo. Colpisce la cute e il sottocute. Si presenta con avvallamenti e “buchi” sulla pelle, come la trama di un divano Chesterfield.

Come e perché si forma la cellulite? Cominciamo dall’anatomia. Procedendo dall’esterno verso l’interno, i tessuti sono formati dalla pelle, da uno strato di grasso superficiale, da uno strato di grasso profondo e infine dai muscoli, ricoperti dalla fascia muscolare. In alcune aree del corpo, come i glutei e le cosce, bande fibrose anelastiche connettono la pelle allo strato più profondo, cioè alla fascia muscolare, attraversando così i due strati di grasso, quello superficiale e quello profondo. Quando, a causa di un aumento del volume del grasso, lo strato superficiale diventa iperteso, sulla pelle si rendono visibili delle fossette: sono l’effetto delle bande fibrose che, non estendendosi, producono il tipico “buco”, mentre il rigonfiamento è dovuto al grasso che ernia attraverso la pelle elastica e lascia vedere quel brutto effetto.

E poi cosa accade? Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page