Devi sempre trovare una ragione per piacerti

donati_“Il viso è la nostra identità somatica e storica. Ancor prima che per gli altri, è per noi stessi il codice personale di riconoscimento. E’ la parte del nostro corpo che parla di noi, che tutti vedono e che noi stessi guardiamo e interroghiamo in ogni momento della giornata. Tradisce la nostra tristezza come riflette la nostra gioia. Fattori genetici, vicende personali, salute, lavoro possono accelerare il processo di invecchiamento del viso.

“No, dottoressa, lo specchio no, me lo risparmi, la prego”. Non è raro sentirmi rispondere così quando propongo a una paziente di guardarsi allo specchio e commentare con me quello che vede. La maggior parte delle donne dai cinquant’anni in su smette di guardarsi allo specchio. Ha paura di quello che potrà vedere, ha la certezza che non le piacerà. E’ un sintomo grave. Può esserci un momento, una circostanza, in cui lo specchio non ti è amico, e prenderne temporaneamente le distanze può essere salutare. Ma guardarti, coccolarti, gratificarti, perdonarti, specchiarti nella tua realtà e nella tua bellezza, dev’essere un atteggiamento costante nella vita, a tutte le età. Devi sempre trovare una ragione per piacerti. Anche a novant’anni devi poterti dire: “Guarda che bella vecchina che sono”. Io ne ho un po’ meno di novanta, ma un sorriso, un gesto di tenerezza davanti allo specchio ho imparato a non negarlo mai. Quella che vedi riflessa sei tu: lo specchio non dev’essere un nemico, ma un alleato e un complice”.

Questo testo è tratto dalla pagina 63 del libro “Beauty Coach” “Quando il chiururgo ci aiuta a esaltare la nostra bellezza” scritto proprio da Fiorella Donati. Edito da Sonzogno, in tutte le librerie.

Fiorella Donati vi aspetta lunedì 24 ottobre alle 18.30 alla Rizzoli Galleria (Galleria Vittorio Emanuele II Milano) per presentare il libro “Beauty Coach”.

fiorella

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *