I rischi della chirurgia plastica: come intervenire senza esagerare

 

Tutte le chirurgie sono di grande rispetto e aiutano la persona a vivere meglio.
La cardiochirurgia, la chirurgia polmonare permettono di migliorare la salute.
La chirurgia estetica, se ben fatta, dà la possibilità di migliorare l’esistenza, di invecchiare lentamente, di aver cura delle pelle. 
Di questi tempi se ne parla tanto, troppo, spesso anche a sproposito. C’è chi è pro e chi è contro.
Ma la verità è che la chirurgia estetica aiuta a vivere meglio perché interviene, senza stravolgere, su quelli che possono essere anche i complessi delle persone: il naso aquilino, l’assenza di seno, il collo ridondante.

In linea di massima, per invecchiare con dolcezza gli interventi chirurgici sono l’ultima ratio, l’ultima spiaggia. Bisogna avere un minimo di disciplina, evitare di ingrassare e dimagrire, mantenere un giusto peso costante, avere una vita sessuale gradevole, fare attività fisica.
Insomma vivere con gioia e rispettare il corpo sia dentro che fuori. Verso i 40/45 anni è auspicabile cominciare un percorso di prevenzione.

Ma se si ha un naso enorme, delle orecchie ad ansa importanti, o seni di dimensioni diverse, il discorso cambia. Si può anche intervenire sulla psiche, sull’autostima, ma il dimorfismo resta, così come una bruttura. Un intervento invece può ridurre, se non eliminare, dei veri e propri complessi che in alcuni casi rendono la vita molto difficile.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “I rischi della chirurgia plastica: come intervenire senza esagerare

  1. L’autostima delle persone non dovrebbe derivare dall’aspetto fisico o dalla taglia del reggiseno, dovrebbe venire da quello che si é, dalla propria personalità. Anziche farsi le labbra a gommone o il seno ridicolo perche si nota subito che è falso, le donne ,ma anche certi maschietti, dovrebbero pensare ad essere, essere persone e valere per quello che sono, ma questo sis à è più difficile di una operazione chirurgica. Si va così verso la cancellazione del valore dell’individuo a favole della evanescente apparenza di nessun valore ed a un vuoto della ‘personalità. Nessuna meraviglia se queste persone divengono sempre più fragili ed approdano a lidi indesiderati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *